martedì 9 luglio 2013

boa constrictor

il sasso ' vergine ' potete trovarlo in uno dei post precedenti..
ho cercato di sfruttare il piú possibile le striature presenti nella pietra, se guardate bene si vedono anche le fessure del naso che erano già esistenti: questo è quello che mi dà piú soddisfazione nel rockpainting,valorizzare le 'imperfezioni' e trasformarle nel punto di forza dell'opera rendendola cosí veramente unica ed inimitabile :)
potete vedere altre opere nella pagina facebook  barbara santi art